News Youinnova

Incentivi all'investimento di capitali nelle start up innovative

Per garantire l’afflusso di capitali nelle start-up innovative, a partire dal 2017 il legislatore ha previsto a favore di persone fisiche che intendono investire nel capitale delle start up innovative una detrazione Irpef pari al 30% dell’investimento, fino a un massimo di 1 milione di euro.  Per le persone giuridiche invece l’incentivo consiste in una deduzione dall’imponibile Ires del 30% dell’investimento, fino a un massimo di 1,8 milioni di euro.
Agli incentivi appena considerati si aggiungono quelli originariamente previsti, ovvero successivamente introdotti dalle modifiche normative che hanno interessato l’oggetto del presente lavoro.
Trattasi:
- della possibilità di raccogliere capitali con campagne di equity crowdfunding su portali online autorizzati, sistema che prevede la possibilità di raccogliere fondi online in cambio dell’acquisto di titoli di partecipazione nell’impresa;
- della possibilità di accedere in modo semplificato, gratuito e diretto al Fondo di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese, un fondo pubblico che facilita il finanziamento bancario attraverso la concessione di una garanzia sui prestiti bancari. Tale garanzia copre fino all’80% del credito erogato dalla banca alla PMI innovativa, fino a un massimo di 2,5 milioni di euro, e può essere concessa attraverso una procedura semplificata;
- trasformazione in PMI innovativa: in caso di successo, le startup innovative diventate “mature” che continuano a caratterizzarsi per una significativa componente di innovazione, possono trasformarsi in PMI innovative, potendo beneficiare delle agevolazioni previste per tali soggetti.
Avv. Enrico Mancini